Lolo Fernandez
di Miguel Luna

Nella storia del calcio peruviano parlare di Lolo Fernandez è sinonimo di lealtà, sacrificio, trasparenza, coraggio e sopra tutto identità con un tipo di calcio, identità con una squadra quella di Universitario de Deportes.

Dire Lolo Fernanadez è dire Universitario e sopratutto è parlare del uomo simbolo di una delle squadre più rappresentative del calcio peruviano appunto Universitario de Deportes.

Nato nella cittadina di Canete, al sud di Lima, secondo di cinque fratelli, Teodoro Fernàndez Meyzàn, trascorsi tutta la sua infanzia a Canete fino all'età di 16 anni, età nella quale suo padre lo trasferì alla capitale per che continuasse i suoi studi e dove già resideva suo fratello maggiore Arturo, che giocava nella squadra più antica del calcio peruviano, il Ciclista Lima Association; il suo approdo nella squadra del Ciclista fu veloce dove riempi gli occhi dei dirigenti e quindi inizio a giocare nella inedita posizione di difesa, queste sue ottime prestazioni col Ciclista Lima lo fecero arrivare rapidamente ad Universitario de Deportes squadra con la quale si sarebbe identificato per tutta la sua vita calcistica e non solo e della quale sarebbe diventato l'idolo massimo nella storia del club.

Lolo Fernandez al secolo Teodoro, vestì per la prima volta la maglia 'crema' -colore ufficiale della maglia di Universitario- nel 1930 inizialmente in panchina e presto, dovuto alle sue ottime prestazioni, da titolare, senza saperlo lui iniziava a scrivere una delle pagine più importanti della storia del calcio peruviano se non la più importante. Il cognome Fernandez e sinonimo di grandeza dentro del club Universitario, per che non solo fu Lolo a vestire la maglia della squadra della capitale ma anche tutti i suoi fratelli come Arturo, Lolìn, Josè e Jorge, insomma tutta una dinastia al servizio del club.

Le sue grandi partite sopra tutto a livello internazionale, già allora come centravanti, posizione con la quale più si identifico finirono per confermare la sua grande caratura come calciatore fama della quale già godeva ma che alcuni ostinavano a titolarlo solo come uno che aveva potenza nei tiri con la palla ai piedi cioè 'el canonero'. Cosi il 29 novembre del 1931, Lolo Fernàndez giocò la sua prima partita internazionale contro il Magallanes, squadra cilena, segnando un gol di testa, il primo fatto a tante altre squadre straniere, per le statistiche si ricorda che Universitario vinse con quel gol al Magallanes.

Nel 1935, Lolo Fernandez gioco per la prima volta con la nazionale peruviana nel campionato sudamericano di calcio (antico nome della odierna Copa America) ; dopo nel 1936 giocò sempre con la nazionale nei giochi olimpici di Berlino dove diedero lezioni di calcio a tante altre nazionali che arrivavano col cartello di "favorite" su quella peruviana. Arrivarono poi i giochi Bolivariani nel 1938 dove ancora una volta la sua figura si fece notare fra tutti e Lolo ottenne il titolo di goleador. Ma fu nel 1939 a Lima, che si svolse il Sudamericano di calcio dove partecipavano tutte le nazionali del continente fra le quali la temibile Uruguay, allora campione del mondo e campione olimpico, nella finale del torneo Perù vinse per 2-1 all'Uruguay in una partita durissima e dove ancora una volta Lolo Fernandez fini come goleador del torneo.

Sia con le maglie della nazionale che con quella di Universitario Lolo era entrato nel cuore di tutti e sopra tutto nel cuore dei tifosi del club Crema. Pochi sanno che lui insieme a suo fratello Arturo vestirono la maglia del Alianza Lima, gli arcirrivali del Universitario, ma fu per una serie di partite amichevoli che il club Alianza Lima doveva svolgere in Cile, furono invitati per rafforzare la squadra, invito al quale accettarono, e dove ancora una volta figuro come il migliore. La sua fama aveva attraversato le frontiere e fu cosi che il presidente del club Colo Colo di Cile un bel giorno li mise sul tavolo un assegno in bianco e li chiese di mettere la quantità che lui voleva ma il grande Lolo Fernandez rispose con un gentile NO GRAZIE, per che lui avrebbe solo giocato nella squadra dei suoi amori, Universitario de Deportes.

Nel 1952 si inaugura a Lima lo stadio Lolo Fernandez, di proprieta del club Universitario e che fu, il primo stadio di proprietà di un club di calcio peruviano in quella tarde Lolo segno un gran gol al Universidad de Cile ed i 12.500 spettatori resero ancora una volta tributo al suo idolo. un anno dopo nel 1953, il 30 di agosto il sette volte goleador dei tornei di calcio peruviani si retiro del calcio in un derby peruviano contro l'Alianza Lima al quale segno tre gol e dove universitario vinse con un neto 4-2. Dopo tanti anni d'attività agonistica era giunta l'ora di lasciare i campi di gioco, solo fisicamente, per che nei cuori di tutti noi ancora gioca facendoci amare la ricca storia del club universitario de Deportes ed a chi la storia del calcio peruviano.

Solo poche righe per commemorare il personaggio e l'uomo, Lolo Fernandez che nel 1996 ci ha lasciato, uno di quei cavalieri del calcio che difficilmente torneremo a vedere .

GRACIAS LOLO!
 Miguel Luna

PERUAN-ITÀ © Copyright 2001- 2006
No part of this site may be reproduced or stored in a retrieval system. 
All rights reserved  liberatiarts