Cecilia Bracamonte 
di Miguel Luna

"Mi sento parte di Radio "Meneghina."
"Me siento parte de Radio Meneghina".

Entrevista en exclusiva para "Peru anche italiana la musica della costa", nos cuenta de sus proyectos, sensaciones y de su probable llegada a Italia.

Hablar de Cecilia Bracamonte es hablar de una de las voces màs renombradas de la mùsica criolla peruana, no solo porque ha sabido mantener en el tiempo clase y talento sino porque tambièn ha dado muestra de su calidad humana aquella que hace perdurar en la memoria de grandes y chicos no una cantante sino de una artista a 360 grados.

Temas como Verdadero Amor, Lando de la grande Chabuca Granda y Mi Verdad de Lourdes Carhuaz, sirvieron de presentaciòn para esta extraordinaria artista, que en el 2005 fue galardonada como la màs destacada en Nueva York, ante el pùblico italiano y peruano que cada jueves sintoniza los 91.950 fm de Radio Meneghina.

Cecilia bienvenida nuevamente a Peru anche italiana la musica de la costa, como estas?

Estoy muy felìz de comunicarme nuevamente con el programa, saben cada vez que me comunico con ustedes yo me siento como si vivieramos juntos, cada vez los siento màs cerca y estoy muy felìz con el carino que recibo de parte de ustedes.

El honor es nuestro naturalmente, poder tenerte en el programa es un privilegio y como siempre tenemos tantas cosas que preguntarte, que novedades?

A Dios gracias marcha todo bien, he regresado de los Estados Unidos donde recientemente he sido premiada como la artista màs destacada del 2005 junto a Pedro Suarez- Vertiz y a los empresarios peruanos mas destacados en ese paìs, fue una premiaciòn muy bonita porque me alegrò mucho ver a peruanos que destacan en el extranjero y que son bien recibidos por todos.

Exactamente donde fue la premiaciòn?

Fue en Nueva York, en un local de renombre de la ciudad, para mi fue muy grato porque significa que las personas que viven en el extranjero siguen de cerca mis pasos y todo lo que yo hago en el Perù y esto es muy gratificante porque son personas que crecieron conmigo, que se fueron del paìs, y aùn asì siguen recordando a su artista y la mùsica que hace.

Naturalmente la entrevista a Cecilia Bracamonte no podìa que ser matizada con una interpretaciòn suya, con una musica alegre de la costa peruana, rica de ritmo, percusiòn e historia, deleitandonos con COMO DEBE SE, titulo de la canciòn que retrae el modo de hablar de muchos afro-peruanos.

Cecilia nos puedes decir como ves el panorama artistico latinoamericano en general?

Creo que la musica latinoamericana esta en auge, no solo el artista peruano, mexicano, etc , son artistas que han entrado con fuerza a la escena musical de sus respectivos paìses sino que ademàs han logrado trascender màs allà de sus fronteras y en estos momentos creo que la musica latinoamericana en general està de moda.

y con respecto al panorama artistico peruano, hay alguna novedad? ves algun cantante con futuro que debemos conocer?

Desgraciadamente, y no deberìa decirlo yo porque soy artista, no hay nada bueno en perspectiva, salvo los Gianmarco, los Pedro Suarez-Vertiz en general, pero con respecto a la musica criolla no veo nada que sea resaltante, en ese sentido se ha estancado y es por eso que nosotros debemos hacer una gran labor al menos por lo que a mì respecta, y justamente a partir de Abril conducirè un programa de televisiòn que muestra el Perù, con entrevistas, invitados, musica, etc. Nos moveremos por diferentes puntos del Perù, el programa se llamarà TE AMO PERU, hecho con mucha profesionalidad y con mucho nivel. Y naturalmente sea ustedes que todos los peruanos podran estar mas cerca a nuestro paìs, casualmente hablarè con la productora del programa para que a travès de mi pagina web se puedan conectar todos
  www.ceciliabracamonte.com


Hemos hablado hasta ahora de la musica criolla, a parte de eso sabemos que tu tienes una relaciòn particular con la musica afro-peruana, ya que tu bailas muy bien este ritmo, nos puedes hablar del verano negro?, has participado en el pasado?

No he tenido la oportunidad de ser invitada al verano negro, que se realiza en la ciudad de Chincha, yo no he participado aun y espero hacerlo algùn dìa para tener el privilegio de hacer la musica que me gusta tanto como es el afro-peruano.

Que relaciòn tienes con el genero afro-peruano? ya que a parte de cantar e interpretar musica criolla tienes en tus repertorios temas afro

En mi caso soy conocida por ser una cantante de vals, de boleros, y ultimamente he tratado de fusionar la musica negra que tiene mucho de percusiòn con lo mio que es el arte limeno de la musica, y definitivamente todo cantante que hace musica criolla tiene una relaciòn estrecha con la musica afro, tenemos mucha influencia de la musica negra en la parte de la costa central, y pongo como ejemplo Lima, con aquella de la costa sur, con ciudades como Chincha por ejemplo.

La Bracamonte que no esconde su deseo por participar a un verano negro, demuestra su capacidad de interpretacion y baile con temas como Sacude la bemba, y que probablemente dentro de poco el publico italiano, peruano, y todos aquellos que cultivan el amor por la musica y sus diferentes generos podran apreciarla en un concierto en la ciudad de Milan.
de cara a la festividad del dia de la mujer, todo el staff le deseo los mejores augurios tramite Luisa, por ser una mujer tenaz, honesta y por llevar adelante el valor de la musica criolla y peruana en general.

"yo tramite mi programa los tendre siempre presente como los tengo ahora y les enviare siempre mis saludos a todos en general por que me siento amiga de Radio Meneghina, parte de ella".

Cecilia, que planes en lo inmediato con respecto a tus presentaciones?

Ire de gira por dos meses a los Estados Unidos, y antes actuarè en Lima en el Brisas del Titicaca, posteriormente participarè al festival del bolero en Ecuador y gracias a "Peru anche italiana la musica della costa", tengo la posibilidad de poder estar en trativas y si coincide mi agenda poder participar en el festival Latinoamericando y de eso se esta encargando mi agente, a mi me gustaria mucho poder ir a Milan a cantar y estar màs cerca de ustedes y de todo mi pùblico.

Una agenda consistente la de esta grande artista peruana, galardonada en màs de una oportunidad y que como ella dice "quiero que sepan todos que Cecilia Bracamonte es un ser humano comun y corriente, que lo unico que quiere llevar es amor, porque es lo unico.,el sentimiento màs fuerte que existe en el mundo es el amor".

Naturalmente nos gusta pensar eso de una persona como Cecilia Bracamonte, una persona con un corazon grande.

"Se que estamos en sintonia, porque somos gente sensible que lo unico que tratamos de llevar ustedes desde la radio y yo desde el escenario es alegria a la gente que tanto lo necesita, porque el mundo està totalmente convulsionado y lo que tenemos que hacer es apaciguar con una bonita palabra, con un abrazo, con un beso y quizàs con una linda musica"

Estas son las palabras de Cecilia Bracamonte, que la pintan de cuerpo entero como persona y como artista.

"saludo a todo el publico, al staff del programa, Armando, Luisa, Miguel, Sergio, a Radio Meneghina que la llevo en mi corazòn, muchas gracias"

hasta la vista entonces, y muchas gracias a ti Cecilia Bracamonte por hacernos conocer y respetar cada dia el valor de la musica simbolo universal de la uniòn.

Miguel Luna

 

Intervista esclusiva di "Perù anche italiana la musica della costa", dove ci racconta del suo progetto 'sensaciones' e del suo probabile arrivo in Italia.

Parlare di Cecilia Bracamonte è parlare di una delle voci più rinomate della musica creolo peruviana, non suolo perché ha saputo mantenere nel tempo classe e talento anche perché ha lasciato il segno della sua qualità umana quella che fa perdurare nella memoria di grandi e ragazzi non solo la cantante ma un'artista a 360 gradi.

Temi come Verdadero Amor, landò della grande Chabuca Granda e la Mi Verdad di Lourdes Carhuaz, sono stati l'introduzione di questa straordinaria artista che nel 2005 è stata premiata come la 'màs destacada' a New York, al pubblico italiano e peruviano che ogni giovedì si sintonizza sui 91.950 fm di Radio Meneghina.

Cecilia benvenuta nuovamente a 'Perù anche italiana la musica della costa', come va?

Sono molto felice di collegarmi nuovamente con il programma, sapete, ogni volta che parlo con voi,  mi sento come se vivessimo insieme, ogni volta vi sento molto vicini e sono molto felice dell'affetto che ricevo da parte vostra.

L'onore naturalmente è nostro, poter averti nel programma è un privilegio e abbiamo sempre tante cose domandarti, quali novità?

 Grazie a Dio marcia tutto bene, sono ritornata dagli Stati Uniti dove recentemente sono stata premiata come l'Artista 'màs distaccato del 2005' insieme a Pedro Suarez - Vertiz ed altri impresari peruviani che vivono in quel Paese, è stata una premiazione molto bella perché io sono felicissima nel vedere che i peruviani  si distinguono all'estero e che sono ben ricevuti da tutti.

 Dove si è tenuta esattamente la premiazione?

Si è tenuta a New York, in un locale  famoso della città, per me è stato un premio molto gradito perché significa che le persone che vivono all'estero  seguono da vicino i miei passi e tutto quello che io faccio in Perù, questo è molto gratificante perché sono persone che sono cresciute con me, che andarono via del Paese, ed anche dall'estero  continuano a ricordare i suoi artisti e la loro musica .


Naturalmente l'intervista a Cecilia Bracamonte non poteva che essere sfumata con una sua interpretazione, con una musica allegra della costa peruviana, ricca di ritmo, percussioni ed storia, dilettandoci con 'COMO DEBE SE', titolo della canzone che ritrae il modo di parlare di molti afro-peruviani.

Cecilia puoi dirci come vedi il panorama artistico latinoamericano in generale?

Credo che la musica latinoamericana sia in auge, non solo gli artisti peruviani, messicani, eccet., sono artisti che sono entrati con forza alla scena musicale dei loro rispettivi paesi ma sono riusciti anche a valicare le frontiere ed in questi momenti credo che la musica latinoamericana in generale  è di moda.

e rispetto al panorama artistico peruviano, c'è qualche novità? vedi qualche cantante con futuro che dobbiamo conoscere?

Disgraziatamente, e non dovrei dirlo io perché sono un'artista, non c'è niente buono in prospettiva, salvo Gianmarco, Pedro Suarez-Vertiz, ma in generale,  rispetto alla musica creolo non vedo niente che sia esaltante, in questo senso si è arenata; è per quel motivo che noi dobbiamo fare un gran lavoro,  per quello che mi riguarda, a partire da Aprile condurrò un programma in televisione che mostra il Perù, con interviste, invitati, musica, etc. Ci muoveremo in diverse zone del Perù, il programma si chiamerà 'Te Amo Perù', fatto con molta professionalità ed un alto livello.
E naturalmente sia voi che tutti i peruviani che casualmente incontreremo  nel nostro paese,  parleranno con la conduttrice del programma affinché tutti attraverso la mio pagina web possano collegarsi e vederlo
( www.ceciliabracamonte.com  ).


Abbiamo parlato fino ad ora della musica creola, a parte questo, sappiamo che tu hai una relazione particolare con la musica afro-peruviana, poiché tu balli molto bene questo ritmo, puoi parlarci dell'estate nera?, Hai partecipato in passato?

Non ho avuto l'opportunità di essere invitata all'estate nera che si tiene nella città di Chincha, io non ho partecipato anche se spero di farlo un giorno per avere il privilegio di fare la musica afro-peruviana che mi piace tanto.


Che relaciòn hai con il genere afro-peruviano? A parte cantare ed interpretare musica creola, hai nel tuo repertorio temi afro ?

Nel mio caso sono conosciuta per essere una cantante di valzer, di bolero, ed ultimamente ho tentato di fonderli con la musica nera che ha molte percussioni, è l'arte  della musica di Lima, e definitivamente ogni cantante che fa musica creola ha una relazione stretta con la musica afro, abbiamo molta influenza della musica nera nella zona della costa centrale, e metto come esempio Lima, come quello della costa meridionale, con la città di Chincha ad esempio.


La Bracamonte che non nasconde il suo desiderio per partecipare ad un'estate nera, dimostra la sua capacità di interpretazione e ballo con temi come la 'Sacude', la 'bemba', e che probabilmente tra poco tempo il  pubblico  italiano, peruviano e di  tutti quelli che coltivano l'amore per la musica ed i suoi differenti generi potranno apprezzarla in un concerto nella città di Milano.
Di fronte alla festività del giorno della donna, tutto lo staff attraverso Luisa invia i migliori auguri, per essere una donna tenace, onesta e per portare avanti il valore della musica creolo e peruviana in generale.

"Io, attraverso il mio programma Vi avrò sempre presenti come ora ed invierò sempre i miei saluti a tutti in generale perchè mi sento amica di Radio Meneghina,  parte di lei."

Cecilia quali piani ci sono nell'immediato rispetto alle tue presentazioni?

Andrò di gita per due mesi negli Stati Uniti, e prima mi esibirò a Lima nelle 'Brisas del Titicaca', successivamente participarò al festival del Bolero in Ecuador e grazie a voi di "Perù anche italiana la musica della costa", sono in trattativa per una possibile partecipazione al festival Latinoamericando, ho incaricato il mio agente per verificare con gli impegni  nella mia agenda. Poter partecipare mi piacerebbe molto, poter venire a Milano a cantare e stare più vicino a voi e a  tutto il mio publico.

Un'agenda consistente quella di questa grande artista peruviana, premiata in più di una  occasione e che come Lei stessa dice "voglio che tutti sappiano che Cecilia Bracamonte è un essere umano ordinario, che la cosa unica che vuole portare è amore, perché è l'amore l'unica cosa, il sentimento più forte che esiste nel mondo." 

Naturalmente ci piace pensare questo di una persona come Cecilia Bracamonte, una persona con un  grande cuore.

"Se siamo in sintonia, è perché siamo gente sensibile, l'unica cosa che cerchiamo di portare, voi dalla radio ed io dalle scene, sono l'allegria alla gente che ne ha  tanto bisogno, perché il mondo è completamente agitato e quello che dobbiamo fare è riappacificarci con una bella parola, con un abbraccio, con un bacio e forse con una musica bella"

Queste le parole di Cecilia Bracamonte che la dipingono come persona e come artista.

"Saluto tutto il pubblico, lo staff del programma, Armando, Luisa, Miguel, Sergio, e Radio Meneghina che porto nel mio cuore, molte grazie"

Arrivederci allora, e molte grazie a te Cecilia Bracamonte per farci conoscere e rispettare, ogni giorno, il valore della musica simbolo universale dell'unione.

traduzione Pietro Liberati

el PROGRAMA TE AMO PERU

PERUAN-ITÀ © Copyright 2001- 2006
No part of this site may be reproduced or stored in a retrieval system. 
All rights reserved  liberatiarts