CHABUCA GRANDA  
Cotabambas 3-IX-1920 - 8-III-1983 Miami

 

CHABUCA GRANDA
di SERGIO FERNANDO GARCIA RODRIGUEZ

L'otto di marzo Ŕ la giornata internazionale dedicata alla donna. Vogliamo accomunare in questa celebrazione, Chabuca Grandacome fece il Senato della Repubblica Argentina nel 1984, ad un anno dalla scomparsa avvenuta a Miami l'8 marzo 1983, la figura della grande compositrice ed interprete Chabuca Granda.
La signora Isabel Granda Larco, (cognomi di origine Italiana), pi¨ conosciuta come Chabuca Granda, appartiene ormai alla storia della musica peruviana e latinoamericana, Ŕ la grande Signora della musica peruviana. Autodidatta, seppe rinnovare il valzer creolo aggiungendo un tocco di raffinatezza ed eleganza, ebbe notorietÓ grazie alla composizione La Flor de la Canela. Le sue composizioni spaziano nei diversi generi valzer creoli, Land˛s, Marinera e molti altri ritmi in cui l'armonia delle musiche e la notevole espressivitÓ poetica esaltano la creativitÓ dell'artista. Il suo enorme contributo permise alla musica della costa peruviana di oltrepassare i confini insinuandosi nell'anima dell'America Latina. Chabuca ha saputo ricreare l'atmosfera mitica della Lima coloniale.
Sicuramente questo Ŕ il valore del vero artista colui che sa ricreare, ripristinare all'immaginazione della gente attraverso la sua  opera, in diversi modi ed stili ci˛ che pu˛ essere concepito come un atto puro e sublime dell'arte nella sua essenza pi¨ pura, creando l'incrocio fra la memoria e la fantasia, fra la realtÓ e l'intuizione, esprimendo in sintesi l'anima dei popoli.
Chabuca seppe dar vita nei suoi versi a fiumi, vie, piazze, cortili, fontane, ponti e balconi. 

PERSONAGGI A CUI DEDICO' LE COMPOSIZIONI

Sicuramente Chabuca E' stata un'artista raffinata che ha lasciato nella musica del Per¨ un'impronta che si pu˛ definire originale, distinta e piena di grazia.
E Grazia, "Gracia", Ŕ il titolo di un brano dedicato alla madre, della quale disse:
"Chiunque intoni questa canzone farÓ rivivere questa persona squisita. il ringraziamento e la riconoscenza non potrÓ mai essere abbastanza poichÚ mi insegn˛ sin da bambina che non esistono colori diversi fra la gente ůdopo,  nessuno ha potuto farmi cambiare modo pensare.
Chabuca Granda non concepiva il razzismo. Raccont˛ le tradizioni del suo paese con armonia e semplicitÓ.
Molti dei suoi personaggi sono tutt'ora ricordati nelle melodie dei Valzer creoli pi¨ famosi come La Flor de la Canela. Dedicato ad una signora nera, Victoria Angulo. Riguardo a questo brano Chabuca diceva "sono stata famosa ma non importante." E' necessario riconoscere a Victoria Angulo il merito di essere stata una guardiana delle tradizioni popolari di Lima soprattutto nella Processione del Cristo Nero conosciuto come "El senor de los Milagros".
A questa signora nera Chabuca attribuiva i meriti d'ambasciatrice e affermava che se non c'era un riconoscimento ufficiale era dovuto un disgraziato e meschino atteggiamento. 
Dedic˛ alla poetessa popolare del Cile Violeta Parra dopo il suicidio una serie di composizioni intense e riguardo Violeta disse
"S'innamor˛ di un chenista svizzero molto pi¨ giovane di lei, da allora diede al mondo le pi¨ belle canzoni d'amore. Dopo il mondo, scoprirÓ gli altri amori: i minatori, gli operai, i pescatori, gli ortolani ed altri.  Quando questo giovane l'abbandon˛ů Violeta sicuramente non sapeva che l'artista Ŕ condannato ad una grande solitudine e che deve sapere gestirla. Lei si suicid˛ sparandosi un colpo alla tempia"
Altri personaggi come suo Padre, il giovane poeta ucciso Javier Heroud, Manuel Zolari, JosŔ Antonio de Lavalle y Garcia e tanti altri sono descritti con un profondo sentimento che ha permesso di consegnare alla storia della cultura popolare in Per¨, le sue pi¨ belle composizioni.
Attraverso le liriche, ha raccontato il Per¨ ed i vari paesi latinoamericani con le cittÓ e la gente.
Chabuca Granda ha dato un enorme contributo alla musica negra del Per¨ rinnovandola con l'apporto di strumenti musicali nuovi, ed insererendo in questi generi una lirica raffinata. 
Rimangono celebri le composizioni dedicate all'Argentina, durante la Guerra delle Malvinas.

Sicuramente si Ŕ scritto molto su Chabuca Granda ma la migliore descrizione dell'artista viene dalla sua musica e per questo Vi invitiamo ad  ascoltarla, attraverso i suoi dischi o in questo sito attraverso il programma "Per¨ anche italiana la musica della costa".

FINALE E FUTURO  

Gli ultimi anni di Chabuca Granda furono segnati da un ritmo di  lavoro condizionato dalla precarietÓ della sua salute.  Da 10 anni soffriva di angina pecto quando, nel 1980, ebbe una crisi  durante una rappresentazione a BogotÓ e fu ricoverata per 10 giorni nella capitale colombiana. Gli dissero che non rispondeva ai trattamenti e che era necessaria   una operazione chirurgica. Il suo male era Ischemia, aveva tre coronarie interrotte. Nel 1982 ebbe un infarto, Augusti Polo Campi la port˛ all'ospedale in  tempo. A partire da quello momento si cerc˛ un'equipe che potesse operarla, dopo le risposte negative a Lima, un centro medico di Fort Lauderdale  in Florida, conferm˛ che poteva essere operata. Nel suo viaggio fece una breve tappa in Messico per parlare con Armando Manzanero sui  progetti futuri  e gli disse: 
"Cholo,  canterai tu, le tue composizioni. "
Nel marzo del 1983 arriv˛ a Fort Lauderdale per operarsi. Dei tre by - pass che le fecero, due si slegarono e produssero emorragie interne che le causarono danni celebrali e non non riprese pi¨ conoscenza. 
Morý l' 8 di marzo del 1983, la salma fu trasferita a Lima dopo essere stata vegliata a Miami.  La famiglia successivamente cit˛ in giudizio l'ospedale e il medico che materialmente eseguý l'operazione. La sua morte fu come una doccia fredda per tutti.  
Omaggi ed attestati non si fecero attendere e l'importanza della sua opera and˛ man mano aumentando negli anni. 

"Con la sua grazia, vestita in rosso e bianco seppe segnare con la sua voce le strade  e le piazze di tutta l'America Latina,  ed in esse, il suo nome,  oggi e sempre vi rimarrÓ impresso

FINAL y FUTURO

Los ˙ltimos a˝os de Chabuca Granda estuvieron signados por un ritmo de rabajo que se veÝa cada vez mas resentido por su precaria salud. Luego de sufrir de angina de pecho durante mas de 10 a˝os, tuvo una crisis en 1980, mientras cumplÝa con una presentaciˇn en Bogotß, estuvo internada 10 dÝas en la capital  colombiana. Le dijeron, de no resultar el tratamiento, serÝa necesario una operaciˇn. Su mal era Isquemia, tenÝa tres coronarias obstruidas. En 1982 sufriˇ un infarto. Augusto Polo Campos la llevo al hospital a tiempo. A partir de ese momento buscˇ quiÚn pudiera operarla, luego de sucesivas respuestas negativas en Lima, un centro mÚdico de Fort Lauderdale, en Florida, le confirmˇ que podrÝa ser operada. En su viaje se detuvo un momento en MÚxico para charlar con Armando Manzanero sobre futuros proyectos y ella le dijo: 
"CHOLO, T┌ VAS A CANTAR TUS PROPIAS COMPOSICIONES
En marzo de 1983, llegˇ a Fort Lauderdale para operarse.  De los tres by -pass que le realizaron, dos se  desataron y produjeron hemorragias internas. El da˝o llego hacer cerebral y nunca recuperˇ el conocimiento.  
Falleciˇ el 8 de marzo de 1983 y llegˇ a Lima luego de ser velada en Miami. La familia interpuso posteriormente una denuncia contra el hospital y el mÚdico a cargo de la operaciˇn.  Su muerte cayˇ como un baldazo de agua frÝa. 
Los homenajes no se hicieron esperar y la importancia de su obra se fue potenciando con el paso de los a˝os.  
"Con su gracia vestida en rojo y blanco supo marcar con su voz las calles y plazas de toda HispanoamÚrica, hoy y siempre quedara latente en ellas su nombre."

FUNERALE CHABUCA GRANDA
Imagen del cementerio El ┴ngel

www.peruan-ita.org