A corredo e complemento del nostro programma in onda su Radio Meneghina tutti i giovedì, presentiamo alcune note sulla grande artista peruviana :

CECILIA BRACAMONTE

QUERIDOS SERGIO ARMANDO Y PIETRO, YA ESTOY BASTANTE RECUPERADA DE MIS DOLENCIAS.
EL VIERNES EN "EL SATCHMO" FUE UNA NOCHE MARAVILLOSA CON EL PUBLICO DE PIE, QUE LES PUEDO DECIR , LA GENTE LO PASO DE LO MEJOR.
EN MI PAGINA SOLO PUSE LO QUE SENTIA PORQUE ME ATERRA TODO LO QUE VEO QUE PASA EN EL MUNDO,SOLO QUISE HACER UNA REFLEXION EN VOZ ALTA.
QUE ALEGRIA ME DA QUE EL PUBLICO ITALIANO ME VAYA CONOCIENDO DE A POQUITOS AUNQUE NO ME VEAN.... TODAVIA.
ESTAN SUCEDIENDO COSAS INCREIBLES CON MIS PRESENTACIÓNES EN EL SATCHMO, LES JURO QUE NO IMAGINE QUE ESTE  ESPECTÁCULO"... Y ME DOY EL GUSTO" IBA A CALAR TAN HONDO Y QUE LA GENTE LO FUERA A DISFRUTAR TANTO.
EN FIN SON COSAS DEL SEÑOR.
CON RESPECTO A LA WEB, PUEDEN HACER LO QUE CREAN CONVENIENTE, ME HARA DOBLEMENTE FELIZ.

GRACIAS POR TENERME SIEMPRE PRESENTE.
UN BESO GRANDE PARA TODOS
CECILIA

 

CARO SERGIO ARMANDO E PIETRO, STO GIÀ  RECUPERANDO DALLE MIE INDISPOSIZIONI.
IL VENERDÌ NEL "SATCHMO" È STATA UNA NOTTE MERAVIGLIOSA CON QUEL PUBBLICO IN PIEDI, CHE
VI POSSO DIRE, LA GENTE LO HA PASSATO NEL MODO MIGLIORE.
NELLA MIA PAGINA HO  MESSO SOLO QUELLO CHE SENTIVO PERCHÉ MI ATTERRISCE TUTTO QUELLO CHE VEDO E CHE ACCADE NEL MONDO, HO FATTO SOLO UNA RIFLESSIONE AD ALTA VOCE.
CHE GIOIA MI DÀ SAPERE CHE IL PUBBLICO ITALIANO MI STIA  CONOSCENDO  BENCHÉ NON MI VEDANO  ... ANCORA 
STANNO SUCCEDENDO COSE INCREDIBILI CON LE MIE PRESENTAZIONI NEL "SATCHMO", VI GIURO CHE NON IMMAGINATE CHE QUESTO SPETTACOLO "... E MI DA IL GUSTO" DI IMMERGERMI TANTO PROFONDO E CHE LA GENTE FUORI SI DIVERTISSE TANTO.
IN FONDO SONO COSE DEL SIGNORE.
RISPETTO A LA WEB, POTETE FARE QUELLO CHE CREDETE CONVENIENTE, MI FARÀ DOPPIAMENTE FELICE.
GRAZIE PER AVERMI SEMPRE PRESENTE.
UN BACIO GRANDE PER TUTTI
CECILIA

Amigos míos,
he querido hacer un alto en mis actividades para reflexionar profundamente y compartirlo con ustedes.
Está claro que estamos viviendo en un mundo Amigos Mios totalmente convulsionado, lleno de desgracias e indiferencia. Lo que vemos todos los días en los noticiarios son eventos que han sido anunciados hace muchos años y a lo que hemos prestado poco o nada de atención.
Seguimos inmersos en la vida loca, con los corazones fríos, donde impera el consumismo, el irrespeto abunda y los derechos humanos no existen.
Observando pasivamente como los países (QUE SE LLAMAN PODEROSOS) deciden por nuestras vidas….
”NO SOMOS DUEÑOS DE NADA”…
Yo les pido que nos abramos al amor y a la misericordia de Cristo, él solo espera que lo dejes entrar a tu corazón para cambiar estos sentimientos espantosos que nos corren el alma y no nos dejan ver más allá.
Piensa y observa esto...... Cuando te quejes de tus alimentos y la comida que desperdicias cada día...
Que todos los seres humanos esten libres de sufrimiento!!!!
Esta ultima fotografía fue la ganadora del premio "Pulitzer" en 1994 durante la hambruna en Sudán. La fotografía muestra a un niño herido y muriendo de hambre gateando al campamento de alimentos de Naciones Unidas, localizado a un kilómetro de distancia. El buitre espera que el niño muera para poder comérselo. Esta fotografía asombró al mundo entero. Nadie sabe qué ocurrió con el niño, incluyendo al fotógrafo Kevin Carter quien dejó el lugar tan pronto como se tomó la fotografía. Tres meses después él se suicidó debido a la depresión.

AMIGOS : Donde quiera que estén, espero que no cierren sus ojos a esta realidad. Quizás no es mucho lo que individualmente podamos hacer, pero para poder cambiar el mundo, debemos empezar a cambiar nosotros.
No derrames el agua, no gastes tu dinero en lo que no sacia, al contrario hay muchos que están esperando algo de ti. Allí donde tu vives hay muchos que te necesitan: No los olvides, porque es el segundo mandamiento más importante.
Aferrémonos a Dios con toda nuestra fe para que estas imágenes no se repita…. Estoy consternada.
Que Dios los Bendiga.
Cecilia Bracamonte

 

Amici Miei,
ho voluto fare una sosta nelle mie attività per riflettere profondamente e condividere con voi.
Amici Miei è chiaro che stiamo vivendo in un mondo totalmente agitato, pieno di disgrazie ed indifferenza. Quello che vediamo tutti i giorni nei notiziari sono eventi che sono stati annunciati molti anni fa ed a cui abbiamo prestato poca o nessuna attenzione.
Seguiamo immersi nella vita pazza, con il cuore freddo, dove impera il consumismo, l'irrespeto abbonda ed i diritti umani non esistono. Osservando passivamente come i paesi che si Chiamano Poderosi, decidono per le nostre vite….
" NON SIAMO PADRONI DI NIENTE"…
Io gli chiedo che si aprano all'amore e alla misericordia di Cristo, Lui aspetta solo che lo lasci entrare nel tuo cuore per cambiare questi sentimenti spaventosi che ci attraversano l'anima e non ci lasciano vedere più in là.
Pensa ed osserva questo...... Quando ti lamenti dei tuoi alimenti ed il cibo che sprechi ogni giorno...
Che tutti gli esseri umani siano liberi dalla sofferenza!!!!
Questa ultima fotografia fu la vincitrice del premio "Pulitzer" in 1994 durante la fame nera in Sudan. La fotografia mostra un un bambino ferito e  morente per fame sta gattonando verso  l'accampamento di alimenti delle Nazioni Unite, localizzato ad un chilometro di distanza. L'avvoltoio spera che il bambino muoia per poter mangiarselo. Questa fotografia stupì il mondo intero. Nessuno sa che cosa accadde al bambino, incluso il fotografo Kevin Cárter che lasciò il luogo non appena scattata la fotografia. Tre mesi dopo si suicidò a causa della depressione.

AMICI: Dove voglia che stiano, spero che non chiudano i suoi occhi a questa realtà. Magari non è molto quello che possiamo fare individualmente, ma per potere cambiare il mondo, dobbiamo incominciare a cambiare noi.
Non rovesciare l'acqua, non spendere il tuo denaro in quello che non sazia, ci sono al contrario molti che stanno aspettando qualcosa di te. Lì dove tuo vivi ci sono molti che hanno bisogno di te: Non li dimenticare, perché è il secondo comandamento più importante.
Afferriamoci a Dio con tutta la nostra fede affinché queste immagini non si ripetano…. Sono costernata.
Che Dio vi Benedica.

traduzione: Pietro Liberati
Le foto e l'articolo è tratto dal sito ufficiale di Cecilia Bracamonte:
 http://www.ceciliabracamonte.com/


Lei fa parte di quella parte di interpreti raffinati e perfezionisti. Da sempre impegnata nella ricerca di nuove tematiche, tecniche insolite e soprattutto aggiungendoci un tocco di fusion jazz latino.
Cecilia presentando l'ultimo disco "La protagonista" ha toccato l’apice del suo percorso innovativo introducendovi, in versione jazzistiche, strumenti africani e europei.
Uno dei suoi dischi, caso unico ed insolito per un'interprete di musica popolare, è stato presentato da un noto critico di musica classica.
Cecilia non si è mai accontentata del successo, proseguendo nella sua ricerca ha imparato nuove tecniche vocali, cimentandosi con il suo bel timbro di voce, (contralto) proponendo nel suo repertorio svariati temi del Latin Jazz sudamericani, accompagnata da grandi musicisti.
Occorre dire che la sua tenacia è inusuale nei paesi latini e lei non si risparmiata nel darsi al pubblico suonando, cantando e ballando i ritmi afro in maniera perfetta.
Una showgirl, presentatrice, conduttrice, appassionata dello sport e del mare.
Di Lei si può affermare che è votata ad ogni sacrificio per dare il meglio di sé. Un talento innato che  poi è l'immagine di questa "Mujer Limeña" e che professa, innanzi tutto, un profondo rispetto per il pubblico.
Cecilia non si è fermata nella sua ricerca di sviluppo della musica creola, le sue innovazioni sono state riprese da altre colleghe che ne hanno tratto benefici di vendita e promozionali.
Ha girato il mondo con diverse tournè, ha rappresentato il Perù al prestigioso Festival della Canzone Ibero-Americana O.T.I in Spagna con un'insolita composizione di Chabuca Granda intitolata "Landò"  inserita in una compilation di David Byrne: “The soul of the black Peruvian music” ... un poema afro peruviano che gli ha fruttato un premio speciale come l'interprete più impegnata e di spiccata personalità, talento e professionalità.
Cecilia ha fatto anche l'attrice ottenendo il consenso del pubblico, l'abbiamo vista in mille versioni, ma l'obbiettivo della sua ricerca è stato lo stesso di sempre: il riscatto della cultura popolare della costa del Perù, della musica, la musica creola,internazionale il suo repertorio spazia nella musica di molti paesi, persino Israele e Russia ...
S.F.G.R

CECILIA BRACAMONTE Medley de boleros   

http://youtube.com/watch?v=NTWWFgvfLhM

Altri articoli su Cecilia Bracamonte

www.peruan-ita.org
PERUAN-ITÀ © Copyright 2001- 2005