1° Torneo Antonio Raimondi
Milano 5 - 6 aprile 2008
 

Un pomeriggio primaverile ha salutato l'apertura del primo Torneo Antonio Raimondi organizzato dall'Associazione Peruan-Ità  nel centro sportivo Corvetto di Milano. Accolti dal presidente Armando Pace, anima ed animatore del torneo,  i rappresentanti degli enti partecipanti: Polizia Locale, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Carabinieri ed a dare un'importante nota musicale la Fanfara dell'Associazione Nazionale Bersaglieri "Luciano Manara" di Milano. Dopo una breve presentazione dell'evento e della figura del milanese Antonio Raimondi a cui è intitolato il torneo, Armando Pace e  ha dato la parola al Presidente della circoscrizione 4 del Comune di Milano, Zanichelli che ha appoggiato questa iniziativa, il quale salutando gli ospiti ha augurato che questa iniziativa aiuti l'integrazione e sia un momento di sport per tutti. Ha poi preso la parola il Console generale del Perù a Milano, Signora Ana Marina Alvarado che salutando gli intervenuti ha sottolineato l'importanza di questo evento vista la rilevanza di coloro che vi partecipano. Si sono succeduti poi al microfono i rappresentanti delle forze dell'ordine che si sono dette ben liete di partecipare a questo torneo e ben interpretando lo spirito dell'iniziativa hanno più o meno velatamente affermato di volersi aggiudicare il torneo, avversari permettendo ... Ultimo intervento quello riservato ad Isabel Recavarren rappresentante del CEFIAL che ha ben sintetizzato lo spirito che ha animato l'organizzazione di questo torneo. Prima dell'ingresso in campo delle squadre per lo svolgimento delle gare, la Fanfara dei Bersaglieri ha intonato gli inni nazionali, prima quello del Perù poi l'inno italiano. Un momento magico che ha coinvolto tutti i presenti,  tra gli squilli delle trombe e l'accompagnamento degli altri strumenti si è vista qualche lacrima scivolare via silenziosa sul volto di più di una persona.  Ulteriori 'brividi' li ha provocati l'esecuzione della famosissima marcia  "Flic - Floc " che identifica i Bersaglieri e che ha accompagnato l'ingresso delle squadre in campo per l'inizio del torneo. Torneo che ha avuto inizio con il calcio d'avvio della dottoressa Recavarren in rappresentanza di quella fratellanza unificatrice dei popoli che è il fine di questa iniziativa. Certo può non far piacere perdere una partita, magari ai rigori ma non vogliamo parlare di risultati, li daremo più avanti,  vogliamo parlare dello spirito sportivo visto in campo e fuori,  della grande festa che ha accompagnato queste due giornate. Uno spirito che ha permesso un dialogo, un incontro, uno scambio tra la comunità sudamericana e le forze dell'ordine che operano a Milano. Quale modo migliore per incontrarsi, gente tra la gente, credo che questo valga molto più dei soliti convegni o dibattiti , un incontro a viso aperto anche se in pantaloncini corti, con qualche goccia di sudore e dopo una partita di calcio, una stretta di mano  ed uno scambio di battute , magari uno sfottò ma sempre nel limite sportivo. Questo era lo scopo del primo torneo Antonio Raimondi  e credo siamo riusciti a raggiungerlo anche grazie a coloro che vi hanno partecipato e che non ringrazieremo mai abbastanza.
Pietro Liberati

   Un breve video clip dell'inizio della manifestazione:

 

Articoli correlati:

- I protagonisti -le interviste
-
DOS DÍAS EN EL NOMBRE DE RAIMONDI de Miguel Luna
-
Una bella idea di Isabel Recavarren
-
RESULTADOS DEL TORNEO DE FUTBOL ANTONIO RAIMONDI
-
Tutte le foto del Torneo Raimondi
 

Un ringraziamento speciale a:

                                                              
      Regione Lombardia          Comune di Milano            Consolato di Milano         Consiglio Zona 4              A. Nazionale Bersaglieri  

                          
Polizia Locale       Polizia di Stato       Guardia di Finanza    Carabinieri

ed agli atleti di:

Italia           Perù           Equador              Brasile          Bolivia
        

PERUAN-ITÀ © Copyright 2001- 2008
No part of this site may be reproduced or stored in a retrieval system. 
All rights reserved  liberatiarts