L'articolo che pubblichiamo è il resoconto telegrafico di una grande e bella serata dove, la precisa e esplicativa presentazione di Armando Pace, unita alla maestria ed abilità degli artisti di Perù Danza hanno conquistato il pubblico intervenuto in questo incontro-dialogo di Sestri. Una serie di danze riproposte con i costumi originali hanno reso magica la serata e trascinante l'esibizione degli artisti a cui va anche il nostro ringraziamento. P.L.


Con il patrocinio di:
Comune Sestri Levante-Provincia di Genova-Regione Liguria-Ministero per le Politiche giovanili

Cooperativa
CHIAVARI - S. MARGHERITA L.
SESTRI LEVANTE- LEVANTO SP

Parrocchie di Sestri L.
Azione cattolica della
 Diocesi di Chiavari

 


Dialoga – mondo
Giornata del dialogo e dell’incontro
di Alberto Gastaldi

Ascolto e confronto sono state le parole chiave dell’iniziativa "Dialoga-mondo", organizzata dalle Armando Pace , presidente di Peruanità durante la presentazione dello spettacolo parrocchie di Sestri Levante, dall’azione Cattolica della diocesi di Chiavari e dall’Associazione 'Zucchero Amaro'.  Il pomeriggio, in piazza Matteotti, è stato aperto dalla tavola rotonda 'Giovani costruttori di una civiltà dell’amore', con la partecipazione degli esponenti di associazioni giovanili che rappresentano le tre religioni monoteistiche: Ilaria Vellani, vicepresidente nazionale della Azione Cattolica Italiana; Anas Breigheche, presidente dei Giovani Musulmani d’Italia; Daniel Disegni, responsabile culturale dell’Unione Giovani Ebrei d’Italia, e Andrei Camilleri, presidente dei Giovani per un mondo unito del Movimento dei Focolari. Ogni partecipante ha portato la propria esperienza nel dialogo interreligioso, evidenziando l’importanza di mettersi in ascolto delle differenze religiose che abitano la nostra società. E’ indispensabile- hanno detto i relatori- superare i pregiudizi alimentati anche dalle erronee informazioni che giungono quotidianamente dai mass media e aprirsi al confronto con amore e con un cuore sincero. E’ necessario inoltre promuovere quei valori che possono essere il fondamento di una società fondate sul rispetto, dove le persone non guardano alla fede religiosa come ad un ostacolo, ma come ad una ricchezza.Perù Danza durante l'esibizione con i costumi dell'Amazonia
Dopo cena, la serata è proseguita con un gioioso concerto nel quale si sono mescolate in modo eccezionale le sonorità dell’Africa e dell’America Latina. L’apertura è stata concessa al gruppo "Perù Danza", composto da otto ballerini originari del paese sudamericano: da subito il pubblico non ha potuto che coinvolgersi nel seguire alcune danze andine, boliviane e della regione dell’Amazzonia, indossando costumi originali (davvero preziosi !), e portando sul palcoscenico la Storia: con la prima esibizione, la Tuntuna, i ballerini hanno proposto una danza ispirata al suono delle catene degli schiavi che, nel periodo coloniale, venivano deportati dall’Africa in Sud America. Importanti i commenti di Armando Pace, presidente dell’associazione “Peruanità” di Milano, per rendere il contesto culturale di ogni esibizione.
Ai "Perù Danza" si sono alternati i musicisti del gruppo "Projecto Incas" che hanno eseguito, con strumenti tipici della tradizione andina, alcuni brani tipici, come la canzone di Sariri, ispirata alla storia di un commerciante andino, e il più noto brano portato alla ribalta da Simon & Garfunkel, "El Condor paza", ispirato al volo del condor sulla Cordigliera delle Ande. Un’atmosfera davvero trascinante che ha fermato l’attenzione non solo del pubblico presente in piazza, ma anche di numerose persone che attraversano il centro storico di Sestri Levante.
La gioia di vivere e il sincretismo culturale sono state protagoniste dell’esibizione dei "Mama Africa", un gruppo di sei percussionisti senegalesi, che hanno aperto la seconda parte dello spettacolo, accompagnati dai "Projecto Incas", con l’esecuzione di "festejo", che vuol dire "festeggiamento", ispirato alle sonorità dei due continenti.
La serata musicale è stata anche l’occasione per far conoscere la ricca storia di due comunità straniere presenti in Liguria, guardando quindi 'con un occhio diverso' gli stranieri che abitano le nostre città.

ALTRE FOTO


PERUAN-ITÀ 2007 © Copyright 
No part of this site may be reproduced or stored in a retrieval system. 
All rights reserved liberatiarts©