Borse studio & concorsi  

CONVITTO NAZIONALE "PAOLO DIACONO"
Piazzetta Chiarottini, 8 - 33043 CIVIDALE DEL FRIULI (Udine) Italia
Tel. 0039 432 731116 - 731683 Fax 0039 432 731683 E-mail:paolodia@tin.it 
Scuole superiori Annesse:
 Liceo Scientifico Liceo Classico- Istituto Socio-Psico-Pedagogico e Linguistico
Scuole superiori collegate:
Istituto tecnico agrario,commerciale,tecnico e Istituto Professionale

Il CONVITTO NAZIONALE "Paolo Diacono"  bandisce un concorso per 40 borse di studio nell'ambito del Progetto "STUDIARE IN FRIULI" della durata di un anno (o semestre), per la frequenza nelle Scuole Superiori del Convitto Nazionale o nelle altre Scuole della Provincia di Udine riservato a : figli o discendenti di corregionali all'estero del Friuli Venezia Giulia Possono essere altresì ammessi studenti di origine italiana previo contributo di Euro 3.500 per un intero anno scolastico usufruendo delle stesse condizioni degli studenti borsisti. Selezione per l’anno scolastico 2003-2004  scadenza 30 maggio 2003 CONSULTARE IL SITO www.cnpd.it 


Genova, 15 aprile 2003  
Concorso per titoli per l'assegnazione di n. 2 borse di studio,
riservate a laureati residenti da almeno 5 anni in un Paese dell'America Latina, dell'importo di € 18.000,00 ciascuna.


La fruizione delle borse decorre dal 5/11/2003 al 4/11/2004 e comporta  l'obbligo della permanenza in Italia per perfezionare le conoscenze intese a sviluppare i rapporti culturali, scientifici ed economici con i predetti Paesi. Scadenza 30 giugno 2003 Ufficio speciale di coordinamento e supporto amministrativo all'attività di ricerca 

D.R. n. 134   IL RETTORE

Visto l'art. 17 dello Statuto di questo Ateneo che prevede la possibilità di istituire borse di studio per attività di ricerca;
- Vista la nota Prot. n. 1457 del 12/07/2002 con la quale la Banca d'Italia comunica l'intenzione di finanziare a decorrere dall'anno accademico 2002/2003 e per un quinquennio, due borse di studio annuali, intitolate "Alla scoperta dell'Italia", destinate a giovani laureati residenti da almeno cinque anni in un paese dell'America Latina per lo studio, l'approfondimento e lo sviluppo dei rapporti con l'America Latina, con soggiorni in Italia;

D E C R E T A 

Art. 1
Tipologia delle borse di studio
È bandito, per l'anno accademico 2003/2004, un concorso per titoli per l'assegnazione di n. 2 borse di studio, riservate a laureati residenti da almeno 5 anni in un Paese dell'America Latina, dell'importo lordo di EURO 18.000,00= ciascuna.
Le borse sono finalizzate allo svolgimento di attività di studio afferente ad uno dei seguenti settori: 
- economico (con particolare riferimento alla moneta e alla politica monetaria);
- giuridico (con particolare riguardo alle tecniche legislative ed agli aspetti comparatistici della circolazione di modelli giuridici);
- sviluppo della cooperazione internazionale;
- tecnico-scientifico (con particolare riguardo alle comunicazioni).
L'attività si svolgerà presso strutture dell'Università di Genova, sotto la guida di uno o due professori all'uopo designati.

Art. 2
Durata delle borse 
La fruizione delle borse decorre dal 5/11/2003 al 4/11/2004 e comporta l'obbligo della permanenza in Italia per perfezionare le conoscenze intese a sviluppare i rapporti culturali, scientifici ed economici con i predetti Paesi. 

Art. 3
Requisiti generali di ammissione
Possono partecipare al concorso i laureati residenti da almeno 5 anni in un Paese dell'America Latina, che non abbiano compiuto il trentesimo anno di età alla data di scadenza di presentazione delle domande.
I candidati devono essere in possesso di un diploma di laurea, conseguito presso una Università di un Paese dell'America Latina corrispondente ad uno dei seguenti titoli di laurea italiani: Giurisprudenza, Scienze Politiche, Economia e Commercio, Ingegneria.

Art. 4
Modalità di presentazione della domanda
La domanda di ammissione al concorso, in carta libera, da redigersi in lingua italiana, indirizzata al Magnifico Rettore, dovrà pervenire all'Università degli Studi di Genova, Ufficio speciale ricerca, Via Balbi, 5 - 16126 GENOVA - Italia, entro il termine ultimo e improrogabile del 30/06/2003.

Nella domanda il candidato dovrà dichiarare:
a) il nome, il cognome, la data e il luogo di nascita;
b) la cittadinanza;
c) il luogo di residenza;
d) il recapito al quale richiede l'invio di tutte le comunicazioni, nonché il numero telefonico ed eventuale numero di fax o indirizzo E - Mail ;
e) di non aver riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali pendenti;
f) di avere una buona conoscenza della lingua italiana;
g) il settore di afferenza prescelto. 

La domanda, pena l'esclusione dal concorso, dovrà essere corredata dai seguenti documenti, ad ognuno dei quali deve essere allegata una traduzione in lingua italiana certificata conforme al testo straniero dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare italiana ovvero da un traduttore ufficiale:
1) certificato di laurea munito di legalizzazione e di dichiarazione di valore resa dalla rappresentanza diplomatica o consolare italiana competente per territorio;
2) certificato nel quale siano indicati gli esami universitari sostenuti con le votazioni riportate, munito di legalizzazione resa dalla rappresentanza diplomatica o consolare italiana competente per territorio;
3) circostanziato "curriculum vitae";
4) il programma della ricerca che il candidato intende svolgere nel settore prescelto, anche in relazione agli studi già percorsi ed alla successiva attività professionale;
I candidati cittadini italiani o di un Paese dell'Unione Europea, in luogo della prescritta documentazione di cui ai punti 1 e 2, possono presentare autocertificazione ai sensi dell'art. 19 del Testo Unico 19/02/01 in materia di Documentazione Amministrativa.
In aggiunta alla documentazione obbligatoria di cui al punto precedente i candidati potranno allegare alla domanda altri scritti e pubblicazioni, titoli professionali e culturali, attestati accademici, nonché ogni altra certificazione riguardante attività scientifiche, didattiche e di ricerca attinenti alle materie di cui al precedente articolo 1.
Non saranno ammessi al concorso i candidati che faranno pervenire le domande oltre il termine di scadenza indicato ovvero incomplete delle dichiarazioni e/o della documentazione di cui al presente articolo. 
La domanda può essere trasmessa tramite FAX (++39 010 209 9288), corredata da copia della documentazione richiesta. Gli originali della documentazione stessa dovranno pervenire entro 15 giorni dalla scadenza del bando.

Art. 5
Valutazione 
Il concorso prevede la valutazione dei titoli. La Commissione Giudicatrice ha a disposizione complessivamente 70 punti. Sono ritenuti idonei coloro che conseguono una votazione non inferiore a 36/70.
I suddetti punti a disposizione della Commissione sono così distribuiti:
programma di ricerca massimo 35 punti 
curriculum vitae massimo 20 punti 
pubblicazioni massimo 15 punti. 

Art. 6
Nomina Commissione Giudicatrice
Il primi due classificati nella graduatoria di merito saranno nominati vincitori dal Rettore dell'Università degli Studi di Genova ed inizieranno l'attività a decorrere dal 5/11/2003. Tale graduatoria verrà redatta, sulla base dei titoli documentati di cui al precedente articolo, da una Commissione giudicatrice nominata dal Rettore stesso e composta da otto membri: cinque docenti universitari, due rappresentanti della Banca d'Italia e un funzionario dell'Università in qualità di Segretario. La Commissione si riunirà entro il 20/9/2003.
In caso di rinuncia da parte di un vincitore, la borsa di studio sarà assegnata, per l'intera durata o per il periodo rimanente (se l'attività di ricerca ha già avuto inizio) al primo candidato idoneo nella graduatoria di merito.

Art. 7
Nomina Tutor
Il Rettore dell'Università di Genova, sulla base del programma che dovrà essere svolto dai borsisti, designerà per ciascuno i docenti, con funzioni di 'tutor', che dovranno assistere gli stessi ed attestare il regolare svolgimento dell'attività di ricerca.

Art. 8
Presentazione dei documenti
Gli assegnatari delle borse di studio dovranno inviare, a pena di decadenza, all'Università degli Studi di Genova, Ufficio speciale ricerca, Via Balbi, 5 - 16126 GENOVA - Italia, entro il termine che sarà indicato dalla lettera di comunicazione dell'assegnazione della borsa stessa, i seguenti documenti:
a) certificato di residenza (dal quale si evinca il possesso della residenza stessa da almeno 5 anni);
b) certificato attestante l'assenza di condanne e/o di pendenze penali;
c) dichiarazione di impegno a non fruire di altre borse di studio durante il periodo di fruizione della borsa di cui al presente bando.
I documenti di cui ai punti a), b) devono essere corredati da traduzione in lingua italiana certificata conforme al testo straniero dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare italiana ovvero da un traduttore ufficiale e legalizzati da parte della stessa rappresentanza diplomatica o consolare.
I vincitori cittadini italiani o di un Paese dell'Unione Europea, in luogo della prescritta documentazione di cui ai punti a) e b), possono presentare autocertificazione ai sensi dell'art. 19 del Testo Unico 19/02/01 in materia di Documentazione Amministrativa.
I borsisti dovranno tempestivamente comunicare la data di arrivo in Italia.
I borsisti saranno, altresì, invitati a produrre, entro il termine che sarà indicato, copia del permesso di soggiorno per motivi di studio.

Art. 9
Erogazione della borsa e relazione finale
L'importo delle borse, di euro 18.000,00.=lordi cadauna, sarà corrisposto nel seguente modo:
- 1° rata euro 2.500,00.= entro 15 giorni dal momento dell'arrivo in Italia, che non deve essere antecedente a 10 giorni dall'inizio dell'attività di ricerca, previa verifica della regolarità della documentazione di cui al precedente art. 8;
- 2° rata euro 4.000,00.= entro 30 giorni dall'inizio dell'attività, previa conferma scritta da parte del 'tutor';
- la rimanente quota verrà ripartita in quattro rate posticipate, erogate alla scadenza di ogni trimestre di fruizione della borsa di studio.
L'Università si riserva di non corrispondere le rate trimestrali non ancora maturate:
- qualora il borsista interrompa ingiustificatamente, anche per breve periodo, la permanenza in Italia;
- qualora il predetto docente non attesti il regolare svolgimento dell'attività di ricerca svolta dal borsista.
Ai fini dell'erogazione della 6° rata i borsisti sono tenuti a presentare, una ampia e dettagliata relazione sulla ricerca effettuata in duplice copia, controfirmata dal rispettivo 'tutor'.
Genova, 11.4.2003
I L R E T T O R E

DOMANDA DI AMMISSIONE 

Al Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Genova
Ufficio speciale ricerca
Via Balbi, 5 - 16126 GENOVA

__l__ sottoscritt__ ________________________________ nat__ a ________________________________ (

Stato) ___________________________ il ___/___/_____ di cittadinanza ___________________________ residente a _____________________ (Stato) ______________________ Via ________________________ tel. _______________________________ 

(eventuale numero di fax) _______________________________

recapito eletto agli effetti del concorso:
città ________________________ (Stato) ________________________ 

Via ________________________ tel. _______________________________ 

(eventuale numero di fax) _______________________________

CHIEDE

di essere ammesso al concorso per l'attribuzione di n. 2 borse di studio intitolate "Alla scoperta dell'Italia" bandito da codesta Università con Decreto Rettorale n. 134 del 11.4.2003, su incarico conferito dalla Banca d'Italia, riservato a laureati residenti da almeno 5 anni in un paese dell'America Latina.

DICHIARA

sotto la propria responsabilità:
a) di avere conseguito il diploma di laurea in _______________________________ presso l'Università degli Studi di _______________________________ il ___/___/_____;
b) di non aver riportato condanne penali e di non aver procedimenti penali pendenti;
c) di essere a conoscenza di non poter fruire contemporaneamente di altre borse di studio;
d) di avere una buona conoscenza della lingua italiana;
e) che il proprio programma di ricerca afferisce al settore _______________________________;
f) di impegnarsi a comunicare tempestivamente ogni eventuale cambiamento della residenza o del recapito sopra indicato.
Il sottoscritto allega alla presente domanda:
1) certificato di laurea munito di legalizzazione e di dichiarazione di valore resa dalla rappresentanza diplomatica o consolare italiana competente per il territorio;
2) certificato nel quale sono indicati gli esami universitari sostenuti con le votazioni riportate munito di legalizzazione resa dalla rappresentanza diplomatica o consolare italiana competente per il territorio;
3) circostanziato "curriculum vitae ";
4) programma della ricerca che il sottoscritto intende svolgere nel settore prescelto, anche in relazione agli studi già percorsi ed alla successiva attività professionale;
5) pubblicazioni ed eventuali altri titoli;
6) elenco delle pubblicazioni dei titoli presentati.
I candidati cittadini italiani o di un Paese dell'Unione Europea, in luogo della prescritta documentazione di cui ai punti 1 e 2, possono presentare autocertificazione ai sensi dell'art. 19 del Testo Unico 19/02/01 in materia di Documentazione Amministrativa.
Con osservanza.

Data, ___/___/_____ (firma) ___________________________

PERUAN-ITÀ © Copyright 2001- 2003
No part of this site may be reproduced 
or stored in a retrieval system. 
All rights reserved