"EL QUINTO SUYO"

19 Novembre 2004
Consolato Generale del Perù a Milano
 Associazione italoperuviana Peruan-Ità
 presentazione della serata dedicata al:
150° dell'Abolizione della Schiavitù in Perù
"El quinto Suyo, Afrodescendientes en el Perù"  

 Console Aggiunto Esperanza NarvaezIl Console Aggiunto Esperanza Narvaez, moderatore della serata, ha illustrato brevemente i temi della conferenza passando la parola al dottor Felix De Negri Console Generale del Perù a Milano.
Nel suo intervento il dottor De Negri ha trattato il tema della fine della schiavitù in Perù affermando tra l'altro che questa ricorrenza nondottor Felix De Negri Console Generale del Perù a Milano deve essere vissuta come una commemorazione riservata alle cose tristi ma bensi come una festa perché sta a significare la fine di un periodo oscuro. Il Console ha ricordato che il Perù è un paese in cui convivono molte etnie ed a quella Afro peruviana si sente  particolarmente legato citando ad esempio la tradizione del Senor de los Milagros, a cui a presenziato recentemente e la simpatia che nutre per la squadra di calcio, l'Alianza Lima tradizionalmente Afro peruviana. Affermazione questa che ha sollevato consensi e sorrisi tra il folto pubblico presente. Il dottor De Negri ha aggiunto che si sente di appartenere ad una "razza cosmica" con tutte le componenti presenti in Perù.  

Ha preso poi la parola Armando Pace , presidente di Peruan-Ità che nel suo breve Armando Pace , presidente di Peruan-Ità discorso ha parlato del significato del "Quinto Suyo", l'opera postuma di Espinosa realizzata da "Cimarrones" ringraziando Rafael Santa Cruz che ne ha autorizzato la diffusione, il Foro Afro Peruviano e l'Associazione Lundu per il lavoro di ricerca e valorizzazione degli afro peruviani e di tutti quelli che lavorano per lo stesso fine. Ha ricordato l'apporto di Radio Meneghina di Milano, che con il programma "Perù , anche italiana la musica della costa",  da anni contribuisce alla diffusione e divulgazione della musica Criolla e della cultura legata a questo genere musicale. Infine ha ringraziato il signor Jaime Herrera dell'Agenzia Continental, la rivista El Panamericano, Producciones Erica Vivians e il TGLatino per la collaborazione al successo della serata. 

Sono seguiti poi gli interventi dei componenti la Commissione Artistico-Culturale AfroPeruviana dell'Associazione Peruan-Ità e di alcuni soci dello stesso sodalizio, relatori della serata.  

Estela Colombo Reyes  Estela Colombo Reyes:la carismatica signora ha parlato del significato di essere "nera" ed ha illustrato l'apporto mistico-religioso di Fra' Martino, Santa Efigemia e del Signore dei Miracoli citando tra l'altro che se Martin De Porres riuscì a far convivere un topo un gatto ed un cane, con umiltà, bontà, saggezza e amore si possono far convivere anche gli uomini. A dimostrazione di come anche un "nero" possa dare il proprio contributo alla spiritualità umana. Ha poi concluso dicendosi  fortunata di essere "nera" perché ha una tradizione e di essere orgogliosa per il contributo che i neri hanno apportato alla cultura del Perù. 

Roberto Reyes Rodriguez  Roberto Reyes Rodriguez: ha parlato del significato della fine della schiavitù, delle  conseguenze del razzismo di ieri e quello di oggi. Ha evidenziato l'importanza di questa iniziativa, perché finalmente si riconosce l'esistenza dei "neri" in Perù e sottolineando i meriti di Peruan-Ità e del Consolato nel promuovere questo significativo incontro ha aggiunto che il razzismo non è un fenomeno circoscritto al solo Perù ma esiste in tutto il mondo. In conclusione ha apprezzato la massiccia partecipazione della stampa latina. 

Bertha Rodriguez Guevara   Bertha Rodriguez Guevara: ha centrato il suo intervento sulla propria  esperienza  personale di come lei, donna afro peruviana, abbia sempre lottato contro gli ostacoli e le avversità secondo una filosofia, forse arcaica, che si può riassumere così: " Guardare avanti con un sorriso". Questa forse è una delle "ricette" più significative della vita, "pensare sempre che il domani sarà migliore dell'oggi e che spesso gli ostacoli si possono superare con un pensiero positivo". Terminando il proprio intervento ha ringraziato il Console ed i presenti, affermando che gli afro peruviani hanno portato allegria, ritmo ed una visione positiva del mondo. 

Ana Peña Charun   Ana Peña Charun : si è soffermata nel suo intervento del Quinto Suyo, su come si sia  formato lo Stato Peruviano. Da quando San Martin sbarcò a Pisco alla testa delle truppe, gli schiavi parteciparono alla rivolta per l'Indipendenza e la libertà del Perù nonostante che la promessa della libertà, fatta loro con l'atto d'indipendenza, sia stata vanificata da una legge promulgata alcuni giorni dopo e che dava facoltà ai padroni, di vita e morte  fino al compimento del 50° anno di età degli schiavi. Ha ricordato la figura di Catalina Buendia De Pecho che durante l'occupazione Cilena, fece morire 250 soldati nemici, avvelenando il pasto che lei stessa consumò per non destare sospetti immolandosi per la Patria. Ancora oggi lo Stato Peruviano non ha ancora riconosciuto i meriti di questa eroina nera. Concludendo il suo intervento la Charun ha ricordato che la Costituzione del Perù vieta ogni forma di razzismo e discriminazione per credo politico, sesso, religione o razza.  

Tra i presenti di questa conferenza di presentazione anche il Console Aggiunto Juan Pablo Guerrero, Radio Meneghina con il suo direttore, il dottor Tullio Barbato affermato giornalista, l'Associazione Socio culturale Perù-Italia con il signor Hugo Flores e Jaime Herrera rispettivamente presidente e vice, il rappresentante di una Associazione  del Congo, Kevin Silva del TGLatino,  Gabriele Tonelli dell'agenzia INFOMONDO, Victor Gamero di Latinos la otra cara de la verdad, El Panamericano, Somos Latinos, Il Giornalito e altri rappresentanti della stampa latina. 
Ricordiamo che la proiezione del "Quinto Suyo" a cui seguirà lo spettacolo Aires Peruanos si terrà venerdì 26 novembre 2004 alle 19,30, sempre nelle sale messe a disposizione dal Consolato del Perù di Milano  (PROGRAMMA)

I relatori ed i rappresentanti della stampa con il Console dottor De Negri

Desideriamo ringraziare il Console Generale, dottor De Negri e tutto il personale del Consolato Generale del Perù di Milano per la disponibilità, la partecipazione, e l'ospitalità offerta nella propria prestigiosa sede, per questo storico evento. 
Un ringraziamento speciale ai supporter che hanno permesso il successo della serata 
  

  • Continental Travel - El Panamericano - Erica Vivians Produccion’s- 
    Il
    TGlatino - Studio 3 R - Radio Meneghina - i soci di Peruan-Ità 
  • La presentazione del DVD El Quinto Suyo è stata resa possibile per gentile concessione degli Autori. 
  • Un ringraziamento speciale al Foro Afro Peruano - Cimarrones - Rafael Santa Cruz - Lundù - Maria Julia Avellaneda - Patricia Saravia - Olga Milla
  • Per la diffusione e collaborazione Peruvision di Daniel Gracey - Cecilia Bracamonte - Cecilia Barraza - Radio Nacional - Peru.com - Lista Crolla - Gerardo Rehuel - Aldo Montalvo Victor Hurtado -  Rio Frio 

Altre foto della serata

                

"EL QUINTO SUYO"
Afrodescendientes en el Perù


2004© copyright Peruan-Ità -Milano Italy
No part of this site may be reproduced 
or stored in a retrieval system. 
All rights reserved to liberatiarts