Perù, anche italiana la musica della costa  

 

Ascoltando musica della costa "Por Marineras",  con Alicia Maguiña accompagnata dalla chitarra di Oscar Avilès  il brano "Augusto dueño del Santo ",  ho preso ispirazione ...ed eccomi qui tra i suoni della prima chitarra creola peruviana e la voce della Maguiña che esprime l'anima del mio popolo, ad  esternare attraverso queste righe l'incontro  di un giornalista peruviano con gli ascoltatori italiani del Programma "Perù, anche italiana la musica della costa", in occasione della prima mostra convegno "La Terza età nel Turismo" tenutasi al Palazzo delle stelline di Milano il 18 gennaio scorso.
È stato emozionante e non solo ..., dopo 4 anni di trasmissioni abbiamo avuto l'opportunità di farci conoscere e conoscere i nostri ascoltatori direttamente. Tantissimi i complimenti, i suggerimenti e soprattutto molti consigli, ma anche critiche che noi accettiamo con spirito costruttivo e  di cui terremo conto nel proseguo della trasmissione. Di questa inattesa ed intensa partecipazione ringraziamo tutti perché ci ha fatto molto piacere sentire che il nostro, seppur modesto, messaggio culturale sia stato recepito ed abbia spinto le numerose persone che ci ascoltano a venire personalmente a dircelo. Il nostro obiettivo è stato centrato, far conoscere, reciprocamente i due Paesi. Utilizzando la musica come veicolo culturale abbiamo parlato, in questi anni, della fasi storiche che hanno creato il Perù moderno, evidenziando gli apporti dati dalle diverse etnie che in epoche successive sono immigrate in questo paese. Un posto di rilievo è stato riservato all'emigrazione italiana, evidenziandone personaggi e fatti che in Italia erano dimenticati o sconosciuti. 
Gli attestati di stima e apprezzamento ricevuti dai rappresentanti istituzionali dei due Paesi e,  dalla gente comune che ha  recepito il messaggio culturale legato alla musica  ci spronato a proseguire su questo format seppur con qualche variante. Numerosi sono stati anche coloro  che ci hanno conosciuto attraverso internet che, grazie all'apporto di Pietro Liberati, sta diventando una realtà importante per ampliare la fascia dei nostri ascoltatori ed estimatori.
Vorremo essere un ponte che unisca, attraverso l'universalità della musica, le culture e le genti del Perù e dell'Italia senza nessun pregiudizio o preclusione verso altri Paesi. 
Alla luce di tutto questo è necessaria una riflessione sulle prospettive future che tenga conto  dei suggerimenti ricevuti e proponga un programma rispondente alle esigenze odierne per poter offrire sempre un  migliore servizio secondo le aspettative degli ascoltatori. 
Non ultimo, il nostro pensiero va al sig. Tullio Barbato che, insieme a tutto lo staff di Radio Meneghina, ci ha dato credito e fiducia  stimolandoci e consigliandoci durante questi quattro anni di trasmissioni e che qui vogliamo pubblicamente ringraziare. 
Per coloro che non ascoltano Radio Meneghina ricordiamo che trasmette da Milano in F.M. stereo sulla frequenza di 91,950 Mhz. Oltre a trasmettere musica e informazioni di tutti i generi vogliamo citare alcune e significative iniziative che la storica radio milanese offre ai suoi ascoltatori:
 - è l'unica emittente che trasmetta corsi di livello universitario;
 - promuove e organizza concorsi letterari 
 - promuove e organizza festival di canzoni dialettali e di cabaret;
 - produce dischi, cassette e libri, 
 - promuove viaggi e  vacanze . 
Nonostante il respiro internazionale riesce a mantenersi tipicamente locale ed italiana.
E noi siamo onorati di appartenere a questo Palinsesto.
Grazie agli amici ascoltatori, ai grandi artisti, ai maestri e tutti coloro che ci seguono anche via internet. 
Vi saluto musicalmente
                                                Sergio Fernando Garcia Rodriguez

 

PERUAN-ITÀ © Copyright  2002
No part of this site may be reproduced 
or stored in a retrieval system. 
All rights reserved