Lima 

 Lima

Fu fondata il 18 gennaio 1535 sulle sponde del fiume Rimac da Pizarro, in onore di  Carlo V  la chiamarono  "La città dei Re", nome ben presto mutato con Lima, corruzione linguistica del fiume Rimac in spagnolo. Ma cosa significa esattamente Rimac? Si afferma che il significato è "Colui che Parla" o il "Il fiume che Parla"
Alcune cronache dell'epoca parlano di un misterioso Cacique, o Signore che dominava questo territorio. Questo capo era conosciuto col nome di Taulichusco.
Dopo la caduta dell'Impero Inca gli spagnoli decisero di costruire la capitale di questo paese e la scelta del luogo fu determinata dalla posizione geografica strategica, la sua vicinanza al porto del Callao  permetteva ai conquistadores una comunicazione marittima più veloce con la Spagna. Divenne la capitale dei possedimenti della potente Corona Spagnola nell' America del Sud e fu per lungo tempo il centro del Commercio fra l'Europa ed il Perù.
Ancora oggi Lima possiede moltissimi angoli che ci parlano del suo grandioso passato coloniale,  numerosi palazzi, chiese, conventi e monumenti. Gli stili architettonici  diversi, dal rinascimentale al repubblicano passando per il barocco, rococò e neoclassico,  si intrecciano nelle piazze, viuzze, giardini e parchi.  Vi sono anche tracce delle antiche costruzioni precolombiane dette Huacas, che erano una sorta di costruzione funebre, alcune a forma piramidale, dove i nativi seppellivano i loro capi. Per lo più venivano mummificati e seppelliti con ornamenti e gioielli, secondo i rituali del culto dei morti. Vi sono musei a Lima che conservano reperti e importanti opere di questi ancora semisconosciuti popoli dell'antichità. Per questa ricchezza l'Unesco, ha dichiarato patrimonio culturale dell'Umanità tutto il centro storico di Lima.
Numerosi sono i segni della presenza italiana in città, da Piazza Italia alle fontane (Pile), alle statue ai monumenti alle opere che abbelliscono le chiese e non ultimo il museo d'arte italiano.

www.peruanita.it