XXI° Milanocanta 

texto  español  di Sergio Garcia

Abbiamo assistito a questa edizione della XXI Rassegna della canzone milanese con entusiasmo e curiosità, non c'è che dire, è stata una gran bella festa di musica, varietà, spettacolo e molte sorprese mirabilmente condotta dalla famiglia Barbato con Tullio, Micaela,  Lorenzo e Luca.
La storica Radio milanese puntualmente ha riconfermato al Teatro Smeraldo di Milano il prestigio di questo evento che vuole riscattare non soltanto le tradizioni popolari milanesi-lombarde ma anche italiane.
Oggi è stata una giornata di festa per la lingua e il dialetto milanese grazie al notevole contributo degli artisti che si sono via via succeduti sul palco.
La prima parte dello spettacolo ha visto sfilare diciassette artisti divisi in, dodici finalisti che hanno presentato canzoni in dialetto milanese, ed i restanti, con le canzoni dedicate a Milano in lingua italiana.
Nel proseguo dello spettacolo, il Dott.Tullio Barbato, giornalista, nonché direttore di Radio Meneghina ha annunciato a sorpresa, la consegna di due prestigiosi riconoscimenti, da parte dei rappresentati della Regione Lombardia, al maestro Ugo Marino per i suoi arrangiamenti musicali e la direzione ed alla cantautrice peruviana Patty Lardi per "il contributo alla musica, all'integrazione culturale nonché per il suo impegno artistico con Milano e L'Italia". Patty Lardi ha  ringraziato, Radio Meneghina, la Famiglia Barbato, l'Associazione Peruan-Ità che con il suo programma 
"Perù anche italiana la musica della costa" ha voluto e sostenuto la partecipazione a questo importante evento. 
Giovanna Ferrante giornalista e conduttrice di Radio Meneghina ha affermato nei notiziari di Radio Meneghina, il giorno dopo l'evento: 
"La peruviana Patty Lardi ha proposto questo brano, cimentandosi in milanese, esprimendo la capacità di difendere una milanesità che non si è lasciata scalfire da niente " il suo talento è stato messo in risalto anche dal suo direttore artistico, lo svizzero Livio Zanolari che era presente alla manifestazione. L'Assessore al "Turismo, Moda e Grandi Eventi", Giovanni Bozzetti, ente patrocinante della manifestazione alla richiesta di esprimere un giudizio ha affermato: "È un evento in grado di far apprezzare una volta di più la tradizione milanese, il suo dialetto e le sue melodie!"
Dobbiamo sottolineare l'alta professionalità di Patty Lardi e l'importante riconoscimento ufficiale conferitole ne è un'ulteriore riprova. Da parte nostra, siamo orgogliosi e felici di averne sostenuto la partecipazione e grati all'artista  per avercene riconosciuto il merito. 
Nella sua duplice partecipazione Patty Lardi, in gara, con un motivo in rigoroso dialetto milanese del compositore Aurelio Berzaghi, ha suscitato, l'entusiasmo ed il consenso dell' esigente pubblico milanese che ne ha decretato la terza posizione nella classifica finale.
Da sottolineare il fatto che per la prima volta un'artista non italiana ottiene un risultato così significativo in un evento dedicato alla cultura popolare milanese-lombarda e italiana.
In qualità di Ospite d'Onore ha permesso di conoscere e rendere omaggio alla musica creola peruviana cantando in italiano il valzer "Perù", composto dallo Svizzero Livio Zanolari e musicato dalla stessa Lardi e in spagnolo il valzer tradizionale "Que Nadie Sepa mi sufrir".

Mattatore di questa XXI° edizione è stato il cantautore Aurelio Berzaghi a cui è stato attribuito il primo premio della sezione dialettale con il brano intitolato "La Cinesina".
Primo premio per la categoria dei brani in lingua italiana è andato alla bellissima "Ave Maria di Periferia" interpretata con talento dalla vigorosa voce  di Noris de Stefani.
Un momento toccante è stato presentato dalla Cabarettista Mirton Vajani, unica nel suo genere, sempre bravissimi Nanni Svampa e Walter Valdi.
Tre brani indimenticabili, tra cui la celeberrima "Oh mia bella Madonnina", sono stati mirabilmente proposti dalla bravissima Wilma de Angelis, mentre Lucillo Pitton, per l'angolo dedicato alla lirica ha presentato una giovane promessa che ha riscosso l'entusiasmo della platea, il tenore Roberto Covatta che ha interpretato "La Donna è Mobile" accompagnato da Emanuela Ferrari. 
Lo spettacolo è poi proseguito con le esibizioni degli attori Lilliana Feldmann e Roberto Marelli, il cantante Franco Visentin e  sempre fra gli ospiti  Rina e la Leonora della storica Compagnia dei Legnaghesi.
Gli altri interpreti e le canzoni che hanno partecipato a questa edizione di Milanocanta:  Lia Moretti ha presentato una composizione autobiografica "La mia Vos" molto applaudita, Franco Ruggeri ha partecipato col suggestivo brano "L'Università della Terza Età", mentre Claudio Merli con la tenera composizione intitolata "Nonna" brano molto applaudito; Mario Fortuna ha presentato "Milàn è de Cantà", Alessandra Peruzzi con ispirazione "La nebbia de Milan", Rocco Cavalluzzi ha interpretato "Tacca banda,cioca Banda"  poi Cinzia Pasqualotto invece ci ha proposto "Duu pass insemma a ti"  brano nostalgico e molto carino, Mario Caspani ha cantato"El Vegg e la Tromba" ed infine Gigi Pellegrini "2000 e uno". Tutti questi Brani sono stati incisi in cassette e CD che verranno posti in vendita. 
L'ottima regia tecnica è stata curata da Rino Mangano. 
Con il sipario si è conclusa la XXII°Milanocanta, che rafforza e rinverdisce i successi delle precedenti edizioni, e con l'augurio di un sempre maggiore successo diamo appuntamento alla prossima edizione  nel 2002 

Testo di Fernando Garcia & Pietro Liberati

www.peruanita.it