logo
PERUAN-ITÀ©

Impressioni Eventi e Notizie

Inviaci le Tue "Impressioni" e scrivici armapace@tin.it
le pubblicheremo in questo spazio.

LA HUELLA DE ITALIA EN EL PERÚ

Autor: Manuel Zanutelli Rosas
Fondo Editorial del Congreso del Perú
Medidas 21,5cmX28,00cm
236 pp en papel Couche Alemán mate
Impreso por Quebecor Perú S.A.
Enero 2001
huella

 

Nell'Impronta dell'Italia in Perù Manuel Zanutelli presenta attraverso ben precise descrizioni ed una accurata selezione d'immagini fotografiche,la storia dello sforzo personale e collettivo che è stata l'immigrazione italiana in Perù e rende una testimonianza del profondo incrocio o mescolanza della cultura creola,andina e meticica a Lima,nella costa centrale ed in qualche zona della giungla peruviana.
E' una storia tessuta ed incomincia partendo dai ritratti biografici di coloro che fecero possibile la veloce transizione ascendente della colonia italiana alla fine del XIX secolo:dai piccoli negozi di vendita al dettaglio, dal panificio al mezzo negozio del cabotaggio nella costa peruviana, fino ad arrivare alla fondazione della moderna industria tessile,alimentare, agricola,bancaria ed alberghiera.
Il nostro paese dopo una lunga lotta contro l'etnocentrismo e le sue disdicevoli manifestazioni riconosce come una delle sue principali ricchezze la sua diversità culturale.Quindi si afferma ancora ogni volta con più diterminazione il rispetto delle diversità senza esclusioni verso la pari uguaglianza anche nelle opportunità.
La collettività italiana si radicò nella società peruviana costituendo una fonte permanente sia nelle arti che nel apporto umano contribuendo allo sviluppo economico con la loro presenza nella politica nazionale.
Con la pubblicazione dell'impronta dell'Italia in Perù,il congresso della repubblica rende il giusto omaggio agli emigrati italiani e ai loro discendenti che formano una delle comunità più ben volute e meglio integrate nella società peruviana. (trad. Armando Pace)

Se podrá adquirir en todas las librerias de la ciudad, además en el  Grupo de Trabajo en Cultura del Congreso de la República Jirón Huallaga 386 Lima Para mayores informes: webmaster@congreso.gob.pe teléfono 426-0769 telefax 427-1144

  Ingº Pompilio Inglesi Consigliere Com.It.Es.-Perù     inglesi@ec-red.com

 

 

IMPRESSIONI di ARMANDO PACE (lucano)

Questi viaggi da me realizzati mi hanno permesso di mettermi in contatto con i personaggi dell'ambito della cultura poeti, scrittori, scultori, archeologi ; a dare precisi riferimenti al pubblico di entrambi i paesi, le associazioni, delle collettività italiane in Perù e i loro discendenti.
Visitando ed esplorando le tre zone del Perù: la Costa, la Sierra conosciuta come regione andina, la Selva conosciuta come regione amazzonica
Focalizzando su alcuni luoghi della Costa di grande appeal dal punto di vista turistico per poterne carpire profondamente l'anima e raccontare le sue tradizione, la cultura, la storia, attraverso, anche interviste ed incontri con i locali.
la natura nei suoi vari aspetti che comprendono ben 9 patrimoni dell'umanità dichiarati dall'Unesco (le linee di Nazca, Paracas,il Parco del Huascaran gemellato con il parco delle Alpi Marittime del Piemonte,Il centro Storico della Lima Coloniale, Il Parco Naturale del Manu nel cuore dell'amazzonia, La cittadella dell'antico regno della Costa conosciuto come Chan-chan,Parco Nazionale del fiume Abiseo, Sito archeologico preincaico cultura Chavin, Cuzco e Macchu Picchu)
Le mie impressione sono che il Peru' è un paese quasi completamente sconosciuto è da scoprire! Relegato come è speso nei pochi e banali luoghi comuni con una ricchezza a volte superiore o quantomeno allo stesso livello degli altri paesi sudamericani metà del turismo di massa, in sintesi il Perù mi sembra un paese da sdoganare 

LA PRESENZA E L'IMMIGRAZIONE ITALIANA IN PERU'


1.-La storia delle comunità degli emigrati presenti in Perù è molto antica, nel paese si sono stabiliti italiani, tirolesi, giapponesi, anglosassoni, francesi, ebrei, cinesi, e minoranze di discendenza africana che hanno lasciato delle tradizioni popolari.
Gli italiani hanno una lunga presenza ,(si dice che sia la più antica al mondo). In un secondo momento si parla dell'immigrazione vera e propria. Questi flussi di emigrati è continuo nel tempo e tocca il suo apice col boon del guano. Gli italiani si stabilirono nelle regioni costiere, fatto curioso e caratteristico è l'origine delle zone della penisola italica da dove essi arrivarono (Liguria). I primi italiani arrivati nel paese degli Incas furono soprattutto componenti del Clero poiché era vietato l'ingresso di stranieri alle colonie della Corona Spagnola. Fra le curiosità citiamo che il vice Re napoletano Nicolò Caracciolo governò il Perù. Naturalmente è significativo l'apporto nell'arte introdotto da prestigiosi maestri. Inoltre
Giuseppe Garibaldi abitò in Perù ed ottenne la cittadinanza peruviana...ma
E' Sicuramente la figura del milanese Antonio Raimondi, il simbolo della forte amicizia tra i due paesi(a lui è dedicata una sezione)considerato come "El descubridor del Perù moderno"
Il Programma radiofonico
La musica creola si può paragonare a questa immigrazione perché arriva dall'estero, nel tempo si evolve e crea una nuova identità senza però mai perdere le proprie origine.
Il titolo del programma è stato ideato da Tullio Barbato, durante il primo ciclo dedicato a Mario Cavagnaro, (grande compositore e artista di questo genere ed altri).
In ogni puntata del programma radiofonico <Perù anche italiana la musica della costa>, si raccontano aneddoti, curiosità che uniscono i due paesi e nonché la cultura popolare.
Tradizioni
Ad esempio oggi sussistono molte tradizioni quale la Pelea de Gallo-galli da combattimento, La scuola dei Cavalli di Paso peruanos, El Festival della Marinera Nortegna e Limegna , (danza di origine afro spagnola).
Le danze e i riti afro peruviani,(Zamacueca,Teatro Negro,Festejos, landos,tonderos ecc.)Il teatro andino, la sorprendente danza delle forbici simile a quelle asiatiche mongole, (Danza de las Tijeras),il Carnevale andino che prende in giro soprattutto la situazione di schiavitù coloniale, La danza della Diablada balli d'origine afro- andina che prende spunto dalle miniere delle Ande.
La Gastronomia è stata decisamente influenzata da parte di ogni collettività, perciò oggi in Perù si può degustare piatti che vanno dalle tagliatelle italiane al Chifa e al Cebiche (cucina orientale), nonché piatti d'origine presumibilmente africana e andina come i Tamales involtini di mais cotti in fogli di banana, Anticuchos spiedini di carne. Inoltre vi sono la Pachamanca piatto tipico peruviano la cui origine si perde nella notte dei tempi.
La Festa del Signor dei Miracoli o la venerazione al cristo moreno (Nero)
Che si mescolano tradizione Europee e africane. 
La cultura costiera ha anche noti personaggi delle altre etnie presenti ed il loro apporto viene anche illustrato. 
- Questi sono solo alcuni degli esempi di argomenti trattati.

Copyright  2001 PERUAN-ITÀ© -All rights reserved-
No part of this site may be reproduced or stored in a retrieval system